L’Istituto di Ortofonologia (IdO S.r.l.) è un centro di diagnosi, di terapia per l’età evolutiva, di formazione e aggiornamento professionale, accreditato con il Ministero della Salute come Provider ECM e dal Servizio sanitario nazionale per le prestazioni riabilitative a favore di soggetti affetti da minorazioni psichiche, fisiche e sensoriali.

Inoltre, da gennaio 2001 è accreditato anche presso la Regione Lazio come centro di diagnosi, terapia e ricerca clinica sui disturbi della relazione e della comunicazione.

L’Istituto è operativo da oltre 40 anni e si impegna attivamente nella formazione del personale della scuola, infatti è riconosciuto presso il Ministero della Pubblica Istruzione (decr. MPI del 26/07/2006) e autorizzato con il Decreto della Giunta Regione Lazio.

LE ATTIVITA’ DI RICERCA DELL’ISTITUTO si soffermano sulle principali tematiche cliniche al centro del lavoro terapeutico e riabilitativo degli operatori. Possiamo quindi fare riferimento ai disturbi della relazione e della comunicazione in senso lato, e principalmente ai disturbi di apprendimento, disturbi del linguaggio, disturbi dell’udito, ritardo psicomotorio e autismo infantile.

In particolare, per i disturbi dello spettro autistico l’Istituto di Ortofonologia ha attivato a Roma nel 2004 il Progetto Tartaruga, che prevede un approccio intensivo, integrato e psicodinamico all’autismo, coinvolgendo il bambino, la famiglia e la scuola in una serie diversificata di interventi.

Con il progetto Tartaruga, si è deciso di dare centralità nella terapia alla dimensione corporea come strumento di comunicazione e di relazione, e alla componente emotivo-affettiva quale elemento fondamentale nel percorso che il bambino intraprende per uscire dal suo isolamento.

Il primo obiettivo raggiunto dall’IdO è stato quello di distinguere all’interno della “disomogenea categoria dei bambini con disturbi autistici” due sottogruppi definiti con sintomatologia lieve e severa in base alla gravità dei punteggi ottenuti con le scale standardizzate: Autism diagnostic observation schedule Generic (Ados-G) e Childhood autism rating scale (Cars). Ciò che è emerso in modo sorprendente, grazie alla ricerca, è stata la presenza di intenzionalità nel sottogruppo con sintomatologia lieve, ovvero il fatto che esista la possibilità che il bambino possa comprendere le intenzioni dell’altro. La presenza di intenzionalità è diventata un indice predittivo dello sviluppo cognitivo dei bambini autistici e, grazie all’elaborazione di un nuovo test realizzato dall’IdO, è stata trovata in un numero significativo di soggetti in terapia compresa una certa percentuale di bambini con sintomatologia severa.

Tutti i pazienti del progetto Tartaruga sono stati valutati con i test Ados-G e Leiter-R. Quest’ultimo è uno strumento diagnostico indicato per coloro che presentano gravi difficoltà di comunicazione e per cui è necessaria una valutazione che vada oltre le tradizionali scale di intelligenza, che sappia analizzare la sfera socio-emotiva legata alla dimensione propria della percezione, dell’immaginazione e del gioco.

Ciò che è rilevante è la possibilità di far emergere con il test Leiter-R le potenzialità intellettive dei bambini che nelle prime diagnosi valutative erano oscurate. Dopo un periodo di terapia svolto con questi bambini non solo è diminuita la percentuale di quelli con ritardo mentale, ma l’équipe di esperti dell’IdO è riuscita anche a misurare con buoni esiti il quoziente intellettivo di soggetti inizialmente non valutabili.

Partendo da questi presupposti abbiamo presentato il Progetto Tartaruga il 12 novembre 2011 al Palazzo dei Congressi di Roma nell’ambito del convegno “Autismo infantile. La centralità della diagnosi precoce per un progetto terapeutico mirato”, alla presenza di circa 2.000 operatori (è a disposizione, sul sito www.ortofonologia.it, tutto il materiale fornito al convegno, con video degli interventi).

LE ATTIVITA’ DEL PROGETTO TARTARUGA

  • osservazione e valutazione diagnostica attenta agli aspetti neuropsicologici, neurobiologici, cognitivi e relazionali,
  • intervento psicologico, individuale e/o di gruppo, per offrire al bambino un contesto in cui contattare ed esperire i propri vissuti emotivi in modo creativo e condivisibile,
  • logopedia,
  • musicoterapia,
  • massaggio pediatrico,
  • gruppi di intervento psicomotorio,
  • lavoro pedagogico specificatamente indirizzato agli aspetti cognitivi,
  • osteopatia,
  • nuoto terapia e pet therapy,
  • terapia domiciliare: 4 incontri con frequenza bisettimanale,
  • servizio scuola: osservazione del bambino nell’ambiente scolastico – GLH,
  • seminari di formazione per insegnanti,
  • seminari informativi per genitori e per insegnanti su tematiche attinenti la patologia autistica,
  • gruppi esperienziali e terapeutici per i genitori al fine di aumentare le loro competenze sull’autismo, consentire un’elaborazione dei vissuti personali e favorire un processo di confronto proprio a partire dal problema comune,
  • counseling individuale per i genitori.

LE ATTIVITA’ CLINICA

Diagnosi e terapia dei disturbi della relazione e della comunicazione, dell’udito, del linguaggio, dell’apprendimento e psicomotori.

  • servizio di diagnosi e valutazione
  • psicoterapia infantile, individuale e di gruppo
  • psicoterapia adolescenziale, individuale e di gruppo
  • counseling e psicoterapia della coppia genitoriale
  • psicomotricità
  • logopedia
  • rieducazione foniatrica
  • atelier della voce
  • atelier grafo-pittorico
  • laboratorio ritmico-musicale e di educazione uditiva
  • attività espressivo-corporea e drammatizzazione
  • servizio scuola
  • servizio di consulenza psicologica, psicopedagogica e di sostegno per i genitori
  • servizio tramite sportelli psicopedagogici presso scuole pubbliche e private, dell’infanzia,
  • elementari, medie inferiori e superiori.

LE ATTIVITA’ E I PROGETTI NELLE SCUOLE

Data la continua collaborazione e la consolidata esperienza acquisita nelle scuole tramite l’attivazione di sportelli psicopedagogici e il lavoro svolto anche nei G.L.H. (Gruppo Lavoro Handicap), l’Istituto ha raggiunto un’elevata competenza nel dare vita ad interventi psicosociali nell’ambito scolastico in istituti di ogni ordine e grado.

PROGETTO GIOVANI DOMANI

Progetto educativo di prevenzione del disagio giovanile attraverso numerose iniziative a favore dei ragazzi e delle scuole, tra le quali:

  • sportelli d’ascolto nelle scuole
  • sportelli d’ascolto on-line
  • il portale diregiovani.it
  • l’evento annuale Diregiovani Direfuturo