Il 2 aprile si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale dell’Autismo, intitolata dalle Nazioni Unite ad una delle sindromi più misteriose,  che colpisce un numero sempre crescente di bambini e di conseguenza le loro famiglie.

OnuItalia.com | Maria Novella Topi

Migliaia di iniziative sono previste in ogni angolo della terra, ma la più appariscente sarà quella di colorare di blu (il colore scelto dall’Onu per l’autismo) i luoghi e i monumenti più celebri. Dall’Empire State Building di New York, la Willis Tower di Chicago, la CN Tower di Toronto, la Burjul Mamlakah – Kingdom Tower di Riyadh in Arabia Saudita, alla Statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro, e in Italia la Mole Antonelliana di Torino, le mura di Lucca, la città di Albenga ecc.,  in tutto il mondo si registrano eventi di solidarietà e sostegno alle persone autistiche e alle loro famiglie.

Sono iniziative volte a ricordare che tutti possiamo contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone affette da sindrome dello spettro autistico e delle loro famiglie, sostenere la ricerca scientifica che permetta di individuare sempre più precocemente questo disturbo fin dai primissimi mesi di vita e di scoprire nuovi efficaci interventi per curarlo. In Italia saranno tante le piazze e monumenti che si illumineranno o avranno un segno blu. Nelle piazze i tanti volontari racconteranno il quotidiano, il senso di solitudine, talvolta, di isolamento, che le famiglie di una persona con sindrome dello spettro autistico avvertono. La giornata sarà anche caratterizzata dall’incontro delle più importanti cariche dello Stato con alcune realtà che si occupano di autismo in Italia.

A Roma, ad esempio, è prevista una giornata a cavallo per i bambini speciali  ‘Cavalcando il Blu’organizzata  a Piazza di Siena autismoda ”L’emozione non ha voce ONLUS” e da Associazione Umanitaria Luca Grisolia ONLUS (LUCONLUS), da tempo impegnate a Roma nell’ippoterapia ed equitazione integrata con bambini/ragazzi autistici. I bambini/ragazzi autistici si prenderanno cura e condurranno i cavalli in percorsi all’interno di Villa Borghese e Piazza di Siena con la collaborazione dell’Esercito Italiano, del Corpo Forestale dello Stato, dei Carabinieri e della Polizia di Stato.

Puoi continuare a leggere qui