Secondo una nuova indagine, negli Stati Uniti d’America circa la metà dei fratelli adulti delle persone con disturbi dello sviluppo sono il supporto primario per il loro fratello o sorella, o si aspettano di diventarlo, ma molti sono impreparati per questa responsabilità.

Il sondaggio nazionale, pubblicato lo scorso mercoledì, indica che il 23 per cento dei fratelli sono attualmente il primo supporto, mentre 1 su 3 si aspetta di assumere questo ruolo nel futuro.

In molti vivono questa esperienza come scoraggiante, fonte continua di sfide emotive e finanziarie e con poco o nullo supporto esterno.

L’indagine condotta dalla società di ricerche di mercato Ipsos per conto di Easter Seals ha raccolto l’esperienza di 351 fratelli e sorelle di persone con disturbi dello sviluppo a livello nazionale.

Come gruppo di controllo sono stati intervistati circa 1.400 adulti con fratelli nell’età dello sviluppo.In generale, nei casi in cui era presente in famiglia una disabilità, i fratelli hanno due volte più probabilità di essere coinvolti nel supporto del loro fratello o sorella, giorno per giorno, per tutta la vita, anche se al momento dell’indagine non erano il supporto primario.

Per coloro che lo sono già, tre quarti ha detto che il loro ruolo è un lavoro a tempo pieno. Mentre il 30 per cento ha detto che non ha alcun aiuto emotivo, fisico o finanziario da parte di altri, o da strutture pubbliche.

La responsabilità del sostegno porta naturalmente un aumento di stress e di tensione emotiva nella vita personale e familiare; circa un fratello su cinque ha infatti detto che dover gestire un fratello o una sorella con disabilità ha avuto e ha effetti negativi sui loro rapporti con altri membri della famiglia o sulla loro qualità di vita.

Nonostante gli ostacoli, però, i fratelli adulti anche detto che in molti casi che il loro rapporto con il loro fratello o sorella è forte e gratificante.

Più della metà ha detto che avere un fratello con disabilità ha avuto un impatto positivo sulla qualità della loro vita, circa l’80 per cento ha riferito che il legame che hanno costruito nel tempo con i loro fratelli ha, in realtà, migliorato la loro vita, cifra che era molto più bassa per gli adulti del gruppo di controllo.

Copyright © 2012 Disability Scoop, LLC. Tutti i diritti riservati