Nata nel 1976 da una costola del Cus Roma per occuparsi del settore minirugby, già negli anni Ottanta la Primavera diventa una realtà riconosciuta del rugby romano e inizia quasi subito a schierare i suoi ragazzi anche nell’under 17 e nell’under 19 (del 1986 il titolo di campioni d’Italia all’under 17).

Nel 1991 la dirigenza decide di iscrivere la prima squadra al campionato di C2. Già nella seconda stagione (‘92-‘93) la seniores vince il campionato, guadagnando la promozione in C1. L’attenzione della Primavera, pur soddisfatta dei risultati della prima squadra, non si sposta però dal minirugby, che continua a collezionare successi in tutte le categorie giovanili.

Già dalla fine degli anni ‘90, insomma, la Primavera si attesta come una delle poche società in Italia ad essere presente, in maniera completa e competitiva, in tutti i settori del rugby e tra le prime cinque per qualità nel settore giovanile.

A dare nuove energie sia ai ragazzi che alla dirigenza arriva nel 1998 la promozione in serie B, che trascina i risultati di tutta la società, con la rappresentativa giovanile (U21) che viene promossa nel massimo campionato nazionale (G1) e la seconda squadra che ottiene il salto di categoria dalla C2 alla C1.

I primi anni del Duemila sono segnati dalla collaborazione con la Lazio, attraverso la creazione di una nuova società,la Lazio&Primavera. Con l’approdo della squadra in serie A nasce anche la seconda squadra, che affronta agilmente i campionati di C2 e C1 ma si vede sbarrate le porte della serie B da un “cavillo burocratico”.

I ragazzi della seconda squadra allora si staccano dal progetto ‘Lazio&Primavera’ ripartendo dal campionato di serie C con una nuova società, la Amatori Roma. Dopo due campionati, finalmente la Primavera torna a lavorare in completa autonomia e nel 2004, dopo cinque stagioni di assenza forzata, il Quadrifoglio torna iscriversi al campionato nazionale (serie C).

Per due anni consecutivi la squadra seniores arriva alle fasi finali, vedendo però sfumare la promozione. Il ritorno in serie B, cercato con tanta determinazione e supportato da tutta la società, arriva con la stagione 2007-2008. Anche il 2009 si chiude con un bilancio positivo: non solo la prima squadra conferma la presenza in serie B, ma l’under 19, schierata per la prima volta, chiude la sua prima stagione con un meritatissimo terzo posto conquistando inoltre anche la “coppa Lazio”.

La stagione 2013 si apre all’insegna del rinnovamento, il rientro di Vittorio Callori di Vignale, insignito dei gradi di capitano, apre un’epoca: il recupero in seno al club di quanto seminato fino ad oggi. Molti i giovani uscenti dalle giovanili che vengono inseriti nella rosa per dare nuova linfa a una squadra che troppo si era retta sulla caparbietà dei veterani.

A tal proposito la stagione 2013-2014 si conclude ottimamente al quarto posto. Ma è l’anno successivo, sotto la guida di Daniele Montella e con l’apporto della grande esperienza di Nicola Leonardi, che si centra l’obiettivo più ambito.

Primi classificati nel girone nella prima parte del campionato e ancora primi classificati nella seconda parte disputatasi tra le prime sei squadre del Centro-Sud.

Si accede ai Play off e si Arriva in serie A.